5 Cose da Fare e 5 da non Fare nelle tue Campagne di Email Marketing nell'era del Mobile

2018-01-16

Negli ultimi 10 anni il mondo del web è stato completamente rivoluzionato dalla diffusione del mobile. Scopri come ridisegnare le tue campagne email in ottica mobile

Dal 2014 i dispositivi mobile hanno superato il numero della popolazione mondiale (7,22 mld GSMA Intelligence), nel 2016 è stato stimato che il 62,9% della popolazione mondiale era in possesso di un cellulare ed oggi si contano oltre 5 mld di abbonati unici mobile (GSMA Intelligence 2018)

La rivoluzione mobile degli ultimi ha cambiato radicalmente le abitudini delle persone, tra cui anche le modalità con cui interagiscono quotidianamente con le email.

Le email aperte da mobile (smartphone, tablet, o e-reader) sono passate in 5 anni (2012-2017) da 29% al 55%, mentre quelle da desktop (cioè da software installati su PC o Notebook come Outlook o Apple Mail) da 34% a 16%. In Paesi come Stati Uniti, Canada, Australia la percentuale di apertura da mobile si attesta sopra il 70%, mentre in Italia supera di poco la media (57%) (Dati Report The Email Client Experience di Return Path).

Il cambiamento delle modalità con cui gli utenti accedono alle email richiede un ripensamento delle strategie e dei contenuti da parte di tutti coloro che si occupano di email marketing.

Le email (Newsletter o DEM) e le strategie di email marketing devono essere ripensate e realizzate su misura per i dispositivi mobili e di un utente in movimento.

5 COSE DA NON FARE

  1. Inviare Email senza personalizzare il mittente
  2. Non rendere leggibile il testo della tua email
  3. Obbligare gli utenti ad effettuare lo zoom
  4. Usare caratteri troppo piccoli (minimo 14px per il body e 22px per il titolo)
  5. Inserire link o pulsanti (CTA o Social) troppo vicini. Persone con dita grandi potrebbero voler fare clic su un link, ma accidentalmente fare clic su un altro.

5 COSE DA FARE

  1. Utilizzare Templates Responsive può aumentare il CTR di oltre il 10%
  2. Preferire un linguaggio semplice e immediato.
  3. Usare oggetti più brevi. Visto che la visualizzazione su mobile è ridotta, il tuo oggetto potrebbe essere troncato. Non eccedere oltre i 35 caratteri ed inserisci all'inizio dell'oggetto gli elementi più importanti
  4. Inserire il preheader. Sebbene sui dispositivi mobile l'oggetto è più breve, le app mobile per email, come Gmail, includono nella visualizzazione anche il testo pre-header. Un'opportunità in più per coinvolgere i destinatari e convincerli ad aprire l'email.
  5. Inserisci una call-to-action.
Condividi su

E' interessante questo articolo?

Registrati alla Newsletter per rivecere i nostri consigli.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per restare aggiornato su tutte le novità e gli eventi di Mail Marketing.